La testimonianza di Andrea Campoli

Stone Arredo

Andrea Campoli - Stone Arredo
Andrea Campoli

Innovazione tecnologica e 4.0: quando, come e perchè

Occorre tornare al 2017 quando ancora non si sapeva bene che cosa fosse il 4.0. Allora c’era una visione approssimativa della normativa, oggi sicuramente è tutto più semplice.

Nel 2017 abbiamo avuto la necessità di aggiornare le strumentazioni di laboratorio. In particolare, abbiamo avuto bisogno di rinnovare il parco macchine CNC, all’epoca dotato di un solo centro di lavoro a tre assi, con un moderno centro di lavoro a cinque assi, per rispondere a esigenze ben precise: agevolare e incrementare il processo produttivo, impiegando meno tempo e fatica.

Abbiamo, quindi, preso consapevolezza di un’esigenza tecnico-pratica e l’abbiamo abbinata alle formule di agevolazioni disponibili a quei tempi (industria 4.0 con Iperammortamento e Legge Sabatini). L’investimento per noi è partito dalle reali esigenze aziendali e non dagli incentivi, come spesso accade. Tengo a specificare questo dettaglio per evidenziare l’operazione mirata di investimento, non condizionata da alcun fattore esterno. Chiaramente le agevolazioni disponibili sono indubbiamente un enorme vantaggio per le aziende, da cogliere dopo la verifica dei requisiti con professionisti.

A maggio 2018 si è quindi concretizzato l’acquisto di una prima macchina che ci ha permesso, nell’immediato, di affrontare brillantemente un’importante commessa per l’estero. A seguito di questo considerevole risultato abbiamo riscontrato la necessità di raddoppiare l’investimento acquistando, nel marzo 2020, un’altra macchina gemella, in modo da poter processare contestualmente un maggiore numero di commesse.

Da un incontro si è aperto un mondo sul 4.0

Testimonianze di innovazione - Andrea Campoli - Stone Arredo

Nel 2020 è stato vinto e finanziato il Bando INAIL che ci ha consentito di acquisire un’ulteriore macchina: una Denver Waterjet Aqua 5 Assi. Confrontandomi con Erik di Denver ho paventato l’ipotesi di adesione al 4.0. anche per questa terza macchina sapendo di avere i requisiti. Lui mi disse che non era poi tutto così scontato e mi consigliò di far fare un’analisi della pratica 4.0, per le due nuove macchine 2020, da un collaboratore: Alfredo di Overlux.

Quando ti siedi a un tavolino con una persona che non conosci, presentata da un’altra azienda di ottima reputazione ma che conosci da poco, ti viene da dire…“speriamo bene” 😄

Da quell’incontro si è aperto un mondo.

Dopo una prima chiacchierata con Alfredo ho capito a fondo che cosa prevedesse l’industria 4.0 e soprattutto che mi ero affidato, per la pratica della prima macchina, a consulenti poco professionali.

L’aver conosciuto il team Overlux mi ha permesso di avere la risposta a ogni domanda e la pianificazione di un percorso per massimizzare gli investimenti: aggiornare la prima macchina 2018 a un sistema molto più evoluto e performante offerto da Overlux e parallelamente allineare, a questo sistema, i due nuovissimi acquisti 2020.

Risultato: 3 macchine in linea sotto la gestione operativa commesse in modalità 4.0 di Overlux.

Testimonianza di innovazione - Stone Arredo

La piattaforma e il controllo di produzione, sempre e ovunque

Abbiamo adottato la piattaforma di Overlux (MES) che è utile, molto intuitiva e soprattutto in continua evoluzione. Periodicamente vedo comparire nuovi moduli seguiti dalla chiamata di Marco che mi informa dei nuovi rilasci.

I nostri operatori macchina sono maggiormente concentrati a progettare e controllare i cicli produttivi e quindi usano la piattaforma software in modo più meccanico; io, invece, la utilizzo dall’ufficio per gestire e controllare le commesse.

Viene così generato un archivio di dati per monitorare e analizzare le lavorazioni in tempo reale e nei periodi futuri, con la possibilità di fare statistiche dei cicli produttivi e di avere un riepilogo per anno, cliente o commessa.

Grazie alla versatilità della piattaforma su cloud, ora, in qualsiasi momento, anche da smartphone, posso controllare l’avanzamento della produzione e spesso interagisco direttamente dal cellulare.

Avere a disposizione un pannello di controllo per me è un notevole vantaggio nella costante analisi della produzione.

«Abbiamo trovato la leggerezza quotidiana nell’utilizzo del software che non diventa un peso o un condizionamento fine a sé stesso»
«Gestire le commesse sulla piattaforma per me è diventata una quotidianità indispensabile»

I perchè di Overlux

Non nascondo che ho ricevuto anche altre consulenze dove c’erano tecnici che cercavano di capire da me quello che dovevano fare; oppure improvvisavano analisi delle strumentazioni di laboratorio per capire come associarle alla normativa; addirittura, una volta un tecnico mi ha detto: “io ti faccio la perizia, tu compra il software”. La mia risposta è stata “ma tu cosa perizi e io dove compro il software? Su Amazon?” 😆

Con il vostro team di professionisti ho ricevuto informazioni chiare e precise sul da farsi e beneficiato di un pacchetto “tutto pronto” (Kit Simple 4.0) già sviluppato e quindi studiato.

Ho avuto una consulenza e una prospettiva operativa valida, con i costi proporzionati alla qualità del servizio offerto.

E poi mi piace l’evoluzione continua della piattaforma: il costante lavoro che c’è dietro, per me, vuol dire che l’azienda è presente e che si va avanti.

Apprezzo il continuo monitoraggio che viene fatto dai tecnici Overlux: non devo avvisarli su qualcosa che non va perchè loro ci stanno già lavorando.

«Ciò che mi ha colpito di Overlux sono state la praticità, la chiarezza ma ancor prima la piena padronanza e consapevolezza di quanto da loro esposto»
«Il pacchetto formato dalla consulenza sull’intera operazione e dalla piattaforma 4.0 ha funzionato sin da subito, dandomi tranquillità e vantaggi»
«La piena consapevolezza di aver fatto la scelta giusta è rafforzata dal fatto che, dopo di me,
molte aziende della mia zona hanno scelto Overlux seguendo il mio stesso percorso»